BOMBE FRITTE AL CUCCHIAIO


BOMBE FRITTE AL CUCCHIAIO


bombe fritte di carnevale


Quelle cose semplici che per farle basta poco tempo e alle quali non riesci a rinunciare, le hai viste fare fin da piccola in casa dei nonni, dalle zie e soprattutto a casa tua. 
Mia madre non ha mai tanto amato fare dolci, ne fa pochissimi ma quei pochi ti rimangono impressi e queste bombe fritte al cucchiaio ho imparato a farle molto presto e per San Biagio, il nostro patrono, non possono mancare.







bombe fritte di carnevale



Ingredienti 

  • 4 uova medie di Mafalda
  • 4 cucchiai di zucchero semolato
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • qualche goccio di estratto di vaniglia
  • buccia di limone grattugiata
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 470 g. di farina OO
  • 2 cucchiai di mistrà o di rum
  • 1/4 di litro di latte
  • Olio di semi di arachide per friggere qb
  • alchermes per condire






In una ciotola sbattere le uova con lo zucchero e l'olio, profumare con vaniglia e limone, aggiungere il latte e la farina con il lievito, per ultimo il liquore.
Lasciate riposare il composto per una mezz'oretta poi scaldate l'olio e quando sarà pronto bagnate il cucchiaio e prendete con la punta una piccola parte di impasto grande poco più di una noce e versate nell'olio bollente. 
Girate spesso fino a che saranno dorate.
Asciugate su carta assorbente e poi condite con alchermes e zucchero.






Commenti

  1. ciao Sandra...fatte l'alto giorno...ma avevo un pò di farina autolievitante così non ho messo lievito...così si fanno nella mia zona....ma noi non usiamo l'alchemes...ho visto che da voi si usa di più...baciii..!!!

    RispondiElimina
  2. Che mi hai fatto ricordare!! Un tempo (forse te l'ho già detto!) frequentavo molto le Marche e mi sembravano di casa tante ricette!! Ora sono lontane dagli occhi e dai sapori ma a volte i ricordi mi riportano a "divinezze" tipo le tue bombe! Che buone, non riuscivo a smettere di mangiarne (se non per la vergogna di far vedere a tutti quanto fossi golosa!!).... Farò la tua ricetta. Grazie grazie grazie!!!!
    Deborah

    RispondiElimina
  3. E' evidente che io ho un serio problema con il tuo blog: come mai tutte le ricette...e dico tutte...mi fanno una gola tremenda???? Le proverei tutte dalla prima all'ultima...ricette della tradizione, lievitati, dolci...attenta che prima o poi ti mando il conto del dietologo!!!

    RispondiElimina
  4. Prendo nota della ricetta mi sembrano bombe così golose ... Un caro saluto ,

    RispondiElimina
  5. vabbè io mi auto invito, posso?
    segno, le preparerò per carnevale :-P
    una abbraccio Sandrina cara.
    buona serata.

    RispondiElimina
  6. anche mia mamma preparava queste frittelle che noi chiamiamo zeppolette, buone vero, grazie per la ricetta che copio perchè io non c'è l'ho, mia mamma non c'è più e non ho avuto modo di chiederle la ricetta, un bacio

    RispondiElimina
  7. wooow sono una vera delizia!!!

    RispondiElimina
  8. Si vede sono soffici soffici e poi con vaniglia, limone e liquori mi sembra di sentire il profumo!!!
    Buona serata :))

    RispondiElimina
  9. anche se è mattina presto me ne farei fuori una dozzina!!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  10. Che visioneee :-) adoroooooo Li mangerei tutti!!!

    RispondiElimina
  11. Queste le faceva sempre mi zia Andreina (Prima e seconda guerra mondiale!) che ricordi!!!! un abbraccio e Buon week!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari