TORTELLI DI ZUCCA - ESPERIMENTI INTERATTIVI DI ALFEMMINILE

Di nuovo in pista a spadellare tutte insieme, questa volta una ricetta tipica mantovana, protagonista naturalmente la zucca che in questo periodo spopola ovunque. Personalmente non ho tanto apprezzato il piatto, ma solo per una questione di gusti, noi non siamo affatto abituati a certi accostamenti e quel dolciastro del ripieno ha fatto storcere il naso un po' a tutti.
Devo però dire che amo fare queste cose proprio per conoscere e per poi discutere con gli altri e magari anche trovare il modo di adattare una certa ricetta ai propri gusti.
Io ho seguito la ricetta proposta da Mammapesciolina ma non ho messo la mostarda che nella ricetta originale ci andrebbe perchè non l'avrei trovata facilmente e poi non volevo rischiare troppo.
Approfitto per ringraziare lei per aver organizzato e tutte le forumine per aver partecipato molto volentieri a questo gioco culinario!




Per la pasta


4 uova
400gr. di semola rimacinata di grano duro
un filo di olio
un pizzico di sale
Impastare e lasciare riposare la pasta per qualche ora ( io la faccio il giorno prima)




Per il ripieno

1 Kg di zucca
100 gr di grana o parmigiano grattugiato
1 tuorlo
sale, pepe, noce moscata.
100 gr amaretti sbriciolati

Fate cuocere la zucca a pezzi alla quale avrete tolto i semi ma non la buccia in forno per un'ora a 180 coperta con la carta stagnola. Fatela freddare e passatela al passaverdura. Mettete la polpa in un colino a perdere l'acqua per tutta la notte. Il giorno dopo aggiungete alla polpa di zucca tutto il resto degli ingredienti. Lasciate insaporire per un giorno.

Fate la sfoglia tirandola molto sottile e procedete alla formazione dei tortelli.



Lessate i tortelli in acqua salata e condite con burro, salvia e ovviamente parmigiano.


Commenti

  1. Ma che buoni!!! Sei stata bravissima, io non li ho mai preparati, ma li ho mangiati!!! Che bello Alf!! bacioni e buona serata

    RispondiElimina
  2. Fino all'anno passato non apprezzavo molto la zucca poi mi sono ricreduta quindi credo proprio che proverò la tua ricetta, dalle foto fanno veramente gola! A presto

    RispondiElimina
  3. Sandra, anche io li ho fatti senza mostarda, e li ho conditi con fonduta di gorgonzola e noci sbriciolate. Devo dire che dovendo scegliere, preferirei altro, però mi sono piaciuti ugualmente molto!
    Baci
    stefania

    RispondiElimina
  4. Che belli questi tortelli, Sandra! Io li assaggiai per la prima volta a casa di una ragazza mantovana, parecchi anni fa. Ricordo che mi fece aspettare un bel po' prima di farmeli perché, diceva lei, doveva trovare la zucca buona... Come fosse questa "zucca buona" non l'ho mai capito :-)

    RispondiElimina
  5. Quest'anno ho organizzato lo swap natalizio....spero vorrai partecipare anche tu:-) ti aspetto nel mio blog dove è tutto spiegato come avverrà:-) un bacio
    Annamaria

    RispondiElimina
  6. buoni i tortelli di zucca. ce ne sono varie versioni: per il momento ho mangiato solo quelli ferraresi. ora che ho anche la ricetta di quelli mantovani, non mi resta che provarli

    RispondiElimina
  7. Che buoni devono essere! Non li ho mai fatti, anche perchè non avevo una ricetta che mi convincesse. Questa tua mi convince, se trovo la "zucca buona" li provo... ; )

    RispondiElimina
  8. Ciao!!!! Sono venuti una favola!!!
    A casa mia, non li mangiano molto volentieri, per il loro caratteristico gusto dolciastro, a me invece piacciono molto!!!!!!
    Un bacione grande grande!!!!!!!

    RispondiElimina
  9. wow! bellissimi, ma non sapevo si utilizzassero anche gli amaretti. Però deve essere proprio interessante, io li avrei apprezzati sicuramente.

    RispondiElimina
  10. Bellissimi la sfoglia è stupenda ! ciao

    RispondiElimina
  11. Bellissimi!!! Anche a me l'accostamento ad occhio non ispira però vedendo ituoi un bel piattone me lo mangerei. Bacioni
    Simo

    RispondiElimina
  12. fa-vo-lo-si!!!!un piatto please??!!!bravissima e complimenti per il bel gioco...baci

    RispondiElimina
  13. A me piacciono tanto.
    Quando li preparo io li faccio "alla ferrarese": non metto gli amaretti. Si avverte di più la zucca e il dolciastro che disturba molte persone è attenuatissimo.

    RispondiElimina
  14. Chabbina solo adesso riesco a vedere i tuoi tortelli, ti sono venuti bellissimi: da rifare magari con un ripieno diverso. Baci.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari