UNA TORTA CASARECCIA AL MISTRA'




Con il mistrà da noi è uso comune fare ciambelle e biscotti e questa torta l'ho pensata per la colazione perchè è ottima per essere inzuppata nel latte e caffè, però in questo modo si gode solo a metà, per godere a pieno bisogna inzupparla nel vino cotto, una vera goduria per il palato.




E' facilissima da fare e assomiglia ad un comune ciambellone, ma l'aroma è spettacoloso. Chi conosce il mistrà Varnelli sa di cosa parlo, qualcosa di così profumato che nel caffè ne basta un goccio per profumare divinamente.




Hanno partecipato molto volentieri:

  • 3 uova
  • 100gr. di olio di semi di mais
  • 210gr. di zucchero
  • 300gr. di farina OO
  • 160gr. di latte
  • un pizzico di sale
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 35gr. di mistrà





Montate le uova con lo zucchero e poi aggiungete via via tutto il resto ma lasciate il mistrà per ultimo altrimenti brucerebbe le uova.
Infornate a 170° per 50' circa e fate la prova stecchino.
Io l'ho tenuta un po' troppo ed è uscita "abbronzatissima"!!!!




Commenti

  1. Buona Sandraaa, questa me la segno e ci faccio una bella colazione.

    Bravaaaaaaaaaaa!!!

    RispondiElimina
  2. Scusa la mia ignoranza ma che è il mistrà?

    Complimenti per il capolavoro!
    Buona serata :O)

    RispondiElimina
  3. Io conosco il Mistrà, ma l'ho sempre messo solo nel caffè! Ora dopo aver letto la tua ricetta lo proverò con la tua torta !! Ti rubacchio la creazione!! Bravissima!! Baci.

    RispondiElimina
  4. @ Luisa ti piacerà!!
    @ Folletto il mistrà è un liquore a base di anice e tipico della mia zona
    @ Manuela prova e mi dirai!!
    Grazie ragazze

    RispondiElimina
  5. Dev'essere davvero soffice e profumata!!
    La provo anch'io ;)
    Bravissima!!!!!

    RispondiElimina
  6. Supersoffice davvero! Buooona!

    RispondiElimina
  7. questa bella torta perfetta per domani mattina!! un abbraccio cara!!

    RispondiElimina
  8. Noi invece il mistrà non lo abbiamo mai assaggiato, ma dalle foto...questa ciambella mette una voglia di assaggiarla!!!
    un bacione

    RispondiElimina
  9. ciao carissima!! sai che non ho mai assaggiato il mistrà?? mi hai messo una curiosità!! :D adoro i dolci da colazione come questi!! :D
    un bacione!

    RispondiElimina
  10. Non ho il mistrà...va bene anisetta?!!! Boh!...Ottima!UN ABBRACCIO

    RispondiElimina
  11. WOW Sandra, che torta meravigliosamente soffice e profumata ^_^ Mi piace moltissimo l'aroma di anice, da piccina tiravo via i semini dalla schiacciata di Pasqua e li schiacciavo in bocca da soli! Posso sostituire il mistrà con la sambuca vero?
    Un abbraccio, buona giornata

    RispondiElimina
  12. wow queste torte mi piacciono una cifra!! bravissima!!!

    grazie della tua visita!!!magari conoscerci..mi piacerebbe moltissimo!!!un abbraccio!!
    ciaooooooooooooooooo

    RispondiElimina
  13. Io no, non lo conosco il mistra'... ma la ricetta la segno ugualmente che mi piace tanto!

    RispondiElimina
  14. una torta all'anisetta? :)
    sarà pure abbronzata, ma dalla foto sembra avere la sofficità di una brioche... che buona!

    RispondiElimina
  15. Belle e sembra davvero sofficiosa ! il mistrà non l'ho proprio mai sentito ma è anche vero che la mia conoscienza in ambito di liquori è davvero limitata. Un bacio, Ale

    RispondiElimina
  16. Ma voi fate colazione sempre con specialità così, vero?? Brava Sandrì!! E il Mistrà, ce l'hoooooo!!!!! ;-)
    Franci

    RispondiElimina
  17. E ti pareva....era un pò che non sfornavi e dal tuo pentolone non poteva uscir fuori che questa sofficiosa meraviglia!!!
    Chabbbinaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa......ma quanto vorrei abbracciarti??.....però finchè il tuo pc non è sistemato....mi vergogno..e non ti chiamo....però sappi che ti penso...e costringo anche il mio amor a pensarti...hihiiiii....so essere mooolto presente nel ricordargli le cose!!!!

    Un bacino chabette cara!!!

    RispondiElimina
  18. carissima magari ai bimbi aa facciamo pucciare nel latte e noi grande nel vino:-)davvero buonissima,baci imma

    RispondiElimina
  19. Buonissima questa torta è super....segno subito la ricetta.

    RispondiElimina
  20. caspita che bellaaaa!!!! altissima e anche molto soffice a quanto pare ;-)
    complimentoni e te a ai "partecipanti" ihihih

    RispondiElimina
  21. Che bella questa torta, sofficissima, anche l'abbronzatura mi piace!

    RispondiElimina
  22. Sembra così soffice! alta e morbida...poi me ne immagino il profumo!!! uh!
    cerco il mistrà intanto e poi cedo di farla, se no dovrò puntare su un'altro aroma!
    ciao!:)

    RispondiElimina
  23. Booona!
    Ma che sapore ha il mistrà?

    RispondiElimina
  24. Il mistrà è un liquore a base di anice e in campagna si fa ancora in casa ma noi marchigiani siamo conosciuti per la ditta Varnelli che lo fa in maniera sublime e anche per la ditta Baldoni.
    Grazie a tutti, un bacione ad ognuno!!

    RispondiElimina
  25. nel vino cotto sicuro!!! ho tutto quello che serve...la faccio!!

    RispondiElimina
  26. Non conosco quest'aroma....... ma mi sembra una bella scoperta.
    Provvedero`
    francesca

    RispondiElimina
  27. Con questa torta fai colazione che è una meraviglia..!!!Io non ho mai assaggiato il mistrà..mi hai incuriosito!!!E' eccezionale!
    Bacioni

    RispondiElimina
  28. Devo decidermi a cercare il mistrà!! Si, si!! Ciao chabb, un bacio con lo schiocco!!

    RispondiElimina
  29. Non conosco il Mistrà, ma questa tua dolcezza mi ha fatto venire voglia di provarlo!
    Un saluto
    Kemi

    RispondiElimina
  30. Carissima, questa torta è davvero squisita e molto invitante, ne gradirei una fetta da gustare con un buon caffè! Grazie della graditissima visita, un bacione e buona giornata

    RispondiElimina
  31. il a l'air super moelleux et très aéré
    idéal pour accompagner un bon thé chaud
    bonne journée

    RispondiElimina
  32. se il liquore è all'anice sicuramente lo proverò... fai venire l'acquolina come sempre.. ^^

    RispondiElimina
  33. una vera "chicca",molto originale!..buona serata Sandra, un bacione...

    RispondiElimina
  34. non la conoscevo, si presenta molto bene, segno subito la riceta. Buona seraata Daniela.

    RispondiElimina
  35. amo il profumo del mistrà, voglio provarlo in un dolce così che credo lo esalti in pieno. un abbraccio

    RispondiElimina
  36. è una di quelle torte semplici semplici che mi piacciono tanto!

    RispondiElimina
  37. Ho appena sfornato un dolce, fra qualche giorno la faccio, mi incuriosisce per la sua semplicità e quella granella di zucchero...buona sicuramente, un abbraccio

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari