lunedì 3 giugno 2013

I PANGOCCIOLI A COLAZIONE E AVVISATE BANDERAS


PANGOCCIOLI
i pangoccioli

Povero Antonio, ormai lo sfido a colpi di centenaria e lui sarà in preda ad una crisi di nervi, la mia battaglia per scalzare definitivamente dalla mia dispensa i prodotti industriali è dura ma ce la devo fare quindi ditelo a quel gran bel pezzo di gnocco di Banderas che se vuole fare pure i pangoccioli io gli dichiaro guerra e come con i cornetti di pasta brioche vincerò di sicuro  !!!

Il libro che non tradisce mai le aspettative è senza dubbio quello di Piergiorgio Giorilli  e di Simona Lauri, è stato uno dei primi ad accompagnarmi nella sperimentazione di lievitati e pani e anche stavolta con i pangoccioli mi ha soddisfatta totalmente.

Al posto del lievito di birra ho usato la centenaria, con la quantità ho fatto ad occhio e forse avrei potuto metterne un po' di più, ci sono volute 6 ore per raddoppiare ma si sa che con il lievito madre non si può guardare l'orologio. Sotto vi ho riportato anche la quantità di lievito di birra che gli autori consigliano di usare e cioè il 5% della farina così anche chi ancora non si è cimentato in preparazioni con lievito madre può provare questi panini al cioccolato veramente buoni.



PANGOCCIOLI

i pangoccioli




PANGOCCIOLI

Dal libro " Il pane un' arte una tecnologia " di Piergiorgio Giorilli e Simona Lauri

PANGOCCIOLI


INGREDIENTI


  • 500 g. di farina O ( il libro consiglia una farina forte io ho messo una O con 11,5 g. di proteine )
  • 250 ml di latte a temperatura ambiente
  • 25 g. di burro fuso
  • 50 g. di zucchero
  • 150 g. di lievito madre o 25 g. di lievito di birra
  • 125 g. di gocce di cioccolato fredde
  • 7 g. di sale
  • 2 uova medie
PER NON FARLI INDURIRE POICHE' NE VENGONO CIRCA 18 CONGELATELI E TIRATELI FUORI POCO PRIMA DI CONSUMARLI E SI POSSONO ANCHE RISCALDARE IN FORNO CON IL GRILL FACENDO ATTENZIONE A NON BRUCIARLI ^_^ ESPERIENZA VISSUTA !!!!


In planetaria sciogliete il lievito nel latte e aggiungete la farina, il burro, lo zucchero e per ultimo il sale insieme alle uova, queste ultime una per volta.
Lasciate incordare l'impasto fino a che si staccherà dalle pareti. Quando l'impasto sarà pronto unite le gocce di cioccolate.
Ponetelo coperto con pellicola in luogo caldo (io nel forno spento) fino a che non avrà ben raddoppiato il suo volume. Qui ci sono volute 6 ore viste le temperature.
Trasferitelo sulla tavola leggermente infarinata, formate delle palline da circa 60 g. che metterete sulla teglia rivestita di carta forno e lascerete lievitare fino a che si baceranno. Circa un'ora e mezza con il lievito madre e a casa mia.
Pennellatele con un mix di 1 uovo, 15 g. di latte e un pizzico di sale poi infornate a 200 ° per circa 15-20 minuti, dipenderà dal vostro forno.




ID CARD

ID CARD
BY ALE ESSENZA DI CANNELLA

Seguimi tramite e-mail