domenica 1 aprile 2012

PIZZA DI PASQUA AL FORMAGGIO MARCHIGIANA


pizza di pasqua al formaggio


Mi piace un sacco tornare indietro con la mente a quando ero bambina, in verità lo faccio spesso e in occasione delle feste importanti non posso proprio fare a meno di viaggiare nel tempo e cercare ad ogni costo di sentire gli odori legati alla mia infanzia.  Il profumo di questa pizza al formaggio ad esempio lo sento ancora benissimo se mi concentro anche perché questa sorta di torta salata era una di quelle cose che detestavo con tutta me stessa, eh eh eh non lo avreste mai pensato lo so ma è la verità, ogni volta che mia nonna veniva a casa con questa tipicità io scappavo via. Poi con il tempo ho imparato ad apprezzarla e anche tanto, non c'è Pasqua senza " pizza cascio e oe " come la chiamano dalle mie parti ovvero pizza formaggio e uova. 




Naturalmente ho voluto usare il lievito madre per renderla ancora più antica e decisamente migliore rispetto a  quella con il lievito di birra, rimane più morbida nel tempo e il sapore è spettacolare, per darvi l'idea vi lascio la frase di mia figlia " oh ma' non è bona ....... de piùùùù " !! E anche queste so' soddisfazioni.
Va consumata con ogni tipo di salume ma con il salame o  il ciauscolo marchigiano è una vera delizia.


Partecipo al contest raccolta di Laura in cucina 






Cominciamo così:

la sera prima rinfrescate 
30gr. di lievito madre con 30gr. di farina O e 15gr. di acqua

la mattina successiva rinfrescate il lievito ottenuto cioè 
75gr. di lm con 75gr. di farina O e 38gr. di acqua

dopo tre ore circa inizia l'impasto vero e proprio

  • nell'impastatrice mettete tutto il lm circa 190gr. 
  • 160gr. di acqua tiepida
  • 350gr. di farina O
  • 2 uova
  • 60gr. di olio di oliva 
  • un pizzico di sale
  • pepe macinato al momento ( secondo il proprio gusto )
  • 150gr. di percorino stagionato grattugiato
  • 130gr. di parmigiano reggiano grattugiato


Impastate fino a che tutto non si stacca dalla ciotola, mettete in uno stampo alto e stretto ( il mio è di diametro 16 e alto 12 ) e fate lievitare fino al raddoppio. Ci possono volere molte ore, io ad esemprio dopo un paio d'ore l'ho messo in frigo e tirato fuori la mattina successiva per lasciarlo lievitare ancora fino al pomeriggio. Dovete capire quando è ora di cuocere guardando l'impasto e non l'orologio ^__^
Cuocete a 180° e fate la prova stecchino.

Naturalmente Chabba è brava e vi lascia anche la ricettuzza con il lievito di birra 

Lievitino

  • 100gr. di farina O
  • 65gr. di acqua temp. ambiente
  • 7gr. di lievito secco

Impastare e lasciar raddoppiare di volume

  • Al lievitino aggiungere 250gr. di farina O
  • 130gr. di parmigiano reggiano
  • 130gr. di pecorino stagionato
  • 2 uova
  • 60gr. di olio di oliva
  • 80gr. di acqua temp. ambiente


Impastare come sopra e lasciar raddoppiare di volume poi cuocere.