sabato 20 marzo 2010

Le zeppole di San Giuseppe ........ the day after e al forno




Ancora una volta siamo qui con un esperimento interattivo organizzato in Alf da Babagia, in effetti non è stato del tutto interattvio nel senso che chi non poteva fare le zeppole ( io ) ieri e cioè il giorno stabilito per lavorare tutte insieme, avrebbe avuto la possibilità di arrivare fino a domenica per fare e postare.
Così eccomi qua con le zeppole "non zeppole" visto che non sono fritte come le originali e non hanno l'amarena, ho preferito la versione forno poichè le fritture da me vanno poco e non mi soddisfano sempre.
Ringrazio di cuore Barbara che ha organizzato e vi invito a visitare il suo blog molto carino e vario, si chiama Guanto da forno.

Devo dire che l'impasto era un po' troppo duro e ho fatto una gran fatica a formare i cerchi, ci sarebbe voluta la mano maschile ma nel mio caso aveva la libera uscita e così me la son dovuta cavare da sola come sempre del resto!


Vi riporto la ricetta prevista per l'esperimento che ci ha concesso Lulù del blog Piccole magie in cucina, non ho fatto variazioni tranne che per la cottura, 200° i primi 10 minuti e 170° per oltre 40', poi ho lasciato i bignè in forno tutta la notte ad asciugare.



Ricetta per 30 zeppole ma io ne ho fatte la metà e più grandi

370 g acqua
70 g margarina (o burro)
230 g di farina
3 uova grandi
Aroma di limone






Mettere l'acqua in un pentolino e portare a bollore con burro e limone, togliere dal fuoco e aggiungere in un colpo solo la farina girando velocemente affinchè l'impasto si stacca dalle pareti della pentola. Trasferire in una ciotola e lasciare che raffreddi poi aggiungere poco per volta l'uovo battuto fino a che diventa lucido e forma delle punte. Riempire la tasca da pasticciere e formare dei cerchietti sulla lastra da forno. Cuocere a 200° per 10 minuti e poi abbassare a 170° e finire di cuocere. Io ho preferito lasciare asciugare i bignè tutta la notte nel forno spento.
Ho farcito con crema pasticcera fatta ad occhio per la fretta ma venuta discretamente, quindi ognuno può tranquillamente usare la propria dose.





ID CARD

ID CARD
BY ALE ESSENZA DI CANNELLA

Seguimi tramite e-mail