martedì 14 novembre 2017

CHITARRINE AL SUGO DI MARE


spaghetti alla chittara con sugo di pesce

Ritornare dal mare in autunno è sempre un po' malinconico, mi fa l'effetto che fa a tutto il resto del mondo quando l'estate sta per finire.
Non c'è niente di più bello del mare in questa stagione, lunghe camminate, l'aria meravigliosa e pochissima gente, come piace a me.
Non mi faccio mai mancare la spesa in una qualsiasi pescheria del posto e questa volta oltre ad una discreta quantità di pesce azzurro mi sono rifornita di tutto il necessario per un ottimo sugo di mare.
Poi qualche sera fa mentre mi godevo Alberto Angela ho pensato alla mia vicina che mi aveva donato delle uova di galline ruspanti e così la KMix ha capito tutto e ha iniziato il suo ormai quotidiano lavoro.
La pasta l'ho preparata un po' ad occhio ripensando a mia madre, a quando le chiedevo quanto di questo e quanto di quello e la risposta era sempre la stessa, "ti regoli".
C'è una parte di farina O e una parte di semola e considerando che le uova di ruspo non sono tutte uguali bisogna per forza di cose regolarsi e farsi aiutare da occhi e mani.
Le solite mani.


spaghetti alla chitarra con sugo di pesce



spaghetti al sugo di mare


Ingredienti per 4 persone

  • 250 g di chitarrine all'uovo ( io fatte in casa )
  • 500 g di misto di mare tra gamberi, scampetti, calamari, vongole
  • Mezzo bicchiere di vino bianco
  • Due cucchiai di soffritto Ariosto
  • Un cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • Qualche cucchiaio di acqua calda
  • 4 cucchiai di olio di oliva 
  • prezzemolo
  • sale e peperoncino



Pulite bene il pesce o fatelo fare al vostro pescivendolo di fiducia.
Fate aprire le vongole in una padella con un goccio di olio e un po' di aglio, tenete da parte il liquido e filtratelo.
In una larga padella versate l'olio insieme al soffritto e fate cuocere per due minuti poi unite il pesce e le vongole aperte fate rosolare qualche minuto poi sfumate con il vino.
Aggiungete il concentrato di pomodoro e qualche cucchiata di acqua calda insieme all'acqua filtrata delle vongole poi salate e insaporite con il peperoncino.
Lasciate cuocere per una decina di minuti non facendo asciugare il sugo.
Cuocete gli spaghetti in acqua bollene salata per pochi minuti e ripassate in padella aggiungendo se necessario dell'acqua di cottura.



mercoledì 8 novembre 2017

FILETTO DI MAIALE ALLE MELE ROSA DEI SIBILLINI


filetto di maiale alle mele

Sfogliando un vecchio mensile del super mi ha colpito una bella ricetta di filetto di maiale alle mele ed essendo io un'amante fedele delle mele rosa dei Sibillini ho voluto provare a farne un ripieno speziato.

La mela rosa si presta benissimo alle preparazioni salate, è soda e profumata quindi un abbinamento perfetto alla carne di maiale e soprattutto al filetto tenero e delicato.

La cannella completa il piatto secondo i miei gusti e il leggero profumo di chiodi di garofano presenti nell'insaporitore Ariosto in combinazione con cipolle e patate, da il tocco finale.

Un ottimo secondo piatto che si fa in poco tempo e che vi consiglio vivamente anche da mettere in conto per le prossime tavolate delle feste.

Besitos a todos!


ricetta filetto di maiale


Ingredienti e procedimento

  • 500 g di filetto di maiale in una fetta da arrotolare
  • 4 mele rosa dei Sibillini
  • 4 patate medie a dadini
  • 1 cipolla dorata
  • Insaporitore per  carni Ariosto
  • un pizzico di cannella 
  • sale 
  • pepe
  • 3 cucchiai di olio di oliva
  • il succo di un'arancia
  • un bicchiere di vino rosso
  • brodo vegetale caldo circa tre bicchieri



Cospargere la fetta di filetto di maiale con il misto di odori Ariosto e ricopritela interamente con una mela rosa a fettine non troppo sottili e arrotolate poi fermate con uno spago da cucina.
Salate leggermente e pepate.

In una padella versate l'olio e fate cuocere un paio di minuti la cipolla a fettine poi rosolateci la carne rigirandola su tutti i lati.

Sfumate con il vino rosso e aggiungete gradatamente un po' di brodo caldo e il succo di arancia, fate cuocere per 10 minuti poi unite il resto delle mele a dadini e le patate.

Profumate con un pizzico di cannella e salate leggermente.

Continuate la cottura per una mezz'ora a fuoco medio aggiungendo il brodo se necessario.

Fate freddare la carne e tagliatela a fette poi servite con il misto di patate e mele ben caldo.



domenica 5 novembre 2017

LE FAVE DEI MORTI MARCHIGIANE


ricetta fave dei morti

Per tutto il mese di Novembre nei nostri forni e nelle pasticcerie si trovano questi biscotti e per chi adora le mandorle come me, le fave di morti sono una tentazione continua.

Questa è la versione più dura, ogni famiglia ha la sua ma in linea di massima gli ingredienti sono quelli e possono variare di poco zucchero e farina ma per il resto, mandorle protagoniste assolute e cannella per profumare intensamente.

Tra non molto partirà la lunga maratona dei piatti natalizi quindi restate con noi, seguiteci anche su FB e soprattutto iscrivetevi nel gruppo di lievitati e dolci vari perché già i primi panettoni iniziano a fare capolino.

Besitos!!


come si fanno le fave dei morti



Ingredienti e procedimento

  • 1 uovo + 1 tuorlo
  • 170 g di zucchero
  • 150 g di mandorle con la pellicina
  • 30 g di burro morbido
  • 110 g di farina OO
  • aroma di mandorla amara
  • cannella a piacere 



Nel robot ho messo mandorle e zucchero e ridotto in polvere, ho aggiunto gli aromi e poi la farina dopodichè le uova e il burro.
Ho lavorato velocemente sulla tavola formando dei cordoncini come per gli gnocchi e formato delle palline grandi come noci che poi ho leggermente schiacciato e disposto sulla placca foderata di carta forno.
Forno a circa 170° per 15 di minuti circa, controllate la cottura e quando saranno leggermente dorate sfornate e lasciate raffreddare.


sabato 4 novembre 2017

LE OLIVE IN SALAMOIA



come fare le olive in salamoia

Quest'anno il raccolto delle olive è stato strepitoso. 
Olive bellissime e sembra proprio un olio molto buono.
Il buongiorno con la socia su messenger avviene sempre presto la mattina e anche nei giorni di festa così sabato mi invia un vocale con l'invito ad andare da lei per scegliermi le olive più belle da fare in salamoia.
E che le dicevo di no?!!
Ma quando mai!
Con la rompina siamo andate e ci siamo impegnate "a capa' lo meglio" come si dice da noi, tra chiacchiere e risate perchè leggero è sempre il vestito migliore.


fare le olive in salamoia



Ingredienti e procedimento per la prima salamoia


  • 1 kg di olive verdi ( vanno benissimo anche quelle metà nere e metà verdi)
  • 1 lt di acqua
  • 50 g di sale
  • bastoncini di finocchietto selvatico


Preparate la salamoia portando a bollore l'acqua, versate il sale e fate sciogliere poi lasciate raffreddare.

Lavate le olive sotto l'acqua corrente e ponete in una ciotola con i bastocini di finocchietto selvatico.

Versate la salamoia sulle olive e coprite con un panno per far si che tutte le olive saranno coperte.

Chiudete con un coperchio e lasciate per quaranta giorni.


Per la seconda salamoia 

  • 1 Lt di acqua
  • 30 g di sale 
  • 1 kg di olive


Preparate la salamoia sempre scaldando bene l'acqua e facendo sciogliere il sale, quando sarà fredda versare sulle olive che avrete in precedenza scolato e messo in barattoli di vetro.
Coprite con la salamoia e chiudete.
Saranno buonissime da mangiare da sole o per accompagnare piatti di carne e pesce.


ricetta olive in salamoia


domenica 29 ottobre 2017

LE FAVE DEI MORTI MORBIDE DI LULLY


come fare le fave dei morti


Giornate d'autunno, cielo velato e un leggero vento che regala un tramonto di quelli così belli che un po' di malinconia ti si attacca per forza di cose.

Torni a casa dal mare e ti chiudi in quel posto dove trovi sempre un modo per tirarti su, la cucina.

Ottobre sta per finire ed è tempo di streghe, fantasmi e di zucche, ma è anche tempo di fave dei morti, quei dolcetti meravigliosi alle mandorle che devi nasconderli per evitare di starci male.

Le fave morbide sono le mie preferite e queste della mia splendida socia in farine sono solo da provare.

Provatele e non ve ne pentirete.

Besos!


ricetta fave di morti morbide


fare le fave di morti morbide

LE FAVE DEI MORTI MORBIDE DI LULLY


Ingredienti e procedimento

  • 180 g di mandorle con la pellicina
  • 150 g di zucchero semolato
  • 1 albume
  • aroma di vaniglia o alcuni semini



Nel frullatore riducete le mandorle e lo zucchero in polvere.
Versate in una ciotola e unite la vaniglia con l'albume.
Impastate bene e formate dei cordoncini poi tagliate come fossero gnocchi, arrotondate formando una pallina grossa più o meno come una noce.
Disponete le palline sulla placca e infornate a 150° per circa 10 minuti.
Sfornate subito e lasciate raffreddare.



ID CARD

ID CARD
BY ALE ESSENZA DI CANNELLA

Seguimi tramite e-mail