martedì 3 aprile 2012

CIAMBELLE STROZZOSE DI PASQUA - Tradizioni marchigiane

CIAMBELLE STROZZOSE DI PASQUA

ciambelle strozzose di pasqua


Si narra che un tempo " le vergare " marchigiane ( donne di casa ) iniziavano ad impastare queste ciambelle il giorno della passione di Cristo e le facevano riposare per cuocerle il giorno di Pasqua.
E' vero che questo impasto ha bisogno di riposo, dopo la lessatura, le ciambelle possono aspettare anche tutta la notte prima di essere infornate, come vedete anche qui "piano piano buono buono".
Finalmente come le volevo io e come non mi erano mai neanche lontanamente venute.
Certo ci voleva lei a darmi un paio di dritte fondamentali e la ringrazio di cuore, Luisa è una persona gentilissima e disponibile come poche devo dire, si perché si è offerta di fare insieme a me questo dolce tipico di Pasqua della nostra regione che sembra facile ma che nasconde qualche insidia  se non si fa attenzione. Per due volte di fila le avevo fatte da sola con i suoi consigli ma non ero rimasta soddisfatta così quando lei mi ha proposto di farle insieme non potevo certo dire di no anzi è stato veramente divertente pasticciare a quattro mani e veder uscire queste ghiottonerie.

B U O N A   P A S Q U A 






Preparazione dell'agente lievitante ( dose )


  • 7 g di ammoniaca per dolci
  • 3 g di bicarbonato di sodio


Mescolare bene e riporre in un vasetto di vetro chiuso.


Ingredienti prima versione

  • 8 uova medie
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • bustina o estratto di vaniglia
  • 1,5 g di dose
  • buccia grattugiata di mezzo limone
  • sale un pizzico
  • 900g. di farina OO o O
  • 10 cucchiai di mistrà ( sostituire con sambuca o anice )

Ingredienti seconda versione per 6-7 ciambelle piccole
  • 6 uova 
  • 6 cucchiai di olio di semi di girasole
  • 6 cucchiai di mistrà o liquore all'anice
  • 6 cucchiaini di zucchero
  • 1  g di dose
  • buccia di limone
  • 600-650 g. di farina O ( la quantità dipenderà dalla farina naturalmente )
La consistenza è come quella della pasta all'uovo e le ciambelle consiglio di formarle subito prima di buttarle in acqua.
Fare un buco al centro della pallina, con le dita girare la ciambella su stessa senza allargare tanto per farle crescere in altezza.


come fare le ciambelle di pasqua

Se lascerete il buco più stretto verranno come queste che vedete sotto

ricetta ciambelle di pasqua


La scelta della ricetta non pregiudica la riuscita è tutta una questione di bollitura come potete vedere dal video che abbiamo fatto per voi, cliccate QUI.

Mettete a bollire abbondante acqua in una pentola grande.
Montate a spuma le uova con lo zucchero, il lievito, l'olio, la vaniglia, il limone e il sale, quando saranno belle gonfie aggiungete la farina e il mistrà SOPRA LA FARINA altrimenti rischiate di cuocere l'uovo.
Iniziate ad impastare fino a raggiungere una consistenza soda che non deve appiccicarsi troppo alle dita.
Dividete l'impasto in 4-6 porzioni, appiattite leggermente con un po' di farina e con le dita partendo dal centro allargate formando la ciambella che schiaccerete nuovamente ( vedi foto ).


Mettete il mistrà in questo modo senza farlo andare a contatto con le uova




Lessate una ciambella per volta, se il peso sarà di circa 230-250 g.  lasciatele cuocere per 8-10 minuti girandole spesso sempre con il coperchio che non deve però chiudere tutta la pentola o anche 4-5 minuti per parte.
Se le fate più piccole di circa 150 g. dimezzate il tempo di lessatura.
Lessarle bene servirà a non farle rimanere crude dentro. L'acqua non deve bollire al massimo, tenete la fiamma moderata in modo da avere un bollore delicato.



Fatele asciugare su un canovaccio e incidetela in mezzo ancora calda fino ad arrivare vicino al bordo interno.
Fatele riposare un po', almeno 2 ore e poi cuocete in forno caldo 200° circa ( ogni forno è una storia a se ) due alla volta e vicino alla ventola del forno in modo che prendano calore subito e si alzino, Dopo 15 minuti circa abbassate la temperatura a 180°-185° e fatele asciugare per almeno 35-40 minuti ma tenetele d'occhio perché non brucino.
Giratele intorno quando vedete che iniziano a colorare e sfornate quando saranno leggere. 
I tempi di cottura variano in base al forno.
Glassare a piacere con cioccolato fuso o ghiaccia reale e confettini colorati, qui si consumano anche nude e crude perché sono fantastiche.

Queste ultime le ho impastate e lessate dopo cena e infornate la mattina successiva.





ID CARD

ID CARD
BY ALE ESSENZA DI CANNELLA

Seguimi tramite e-mail