martedì 20 dicembre 2011

CIAMBELLONE NATALIZIO




Parlando con mia madre di com'era il Natale sessant'anni fa a casa sua ho avuto la sorpresa di sapere che oltre al tradizionale pristingo c'era anche il classico ciambellone sulle tavole natalizie di quei tempi,  non servivano di certo scampi o salmoni per festeggiare la Vigilia ma bastavano sgombri sotto sale con cavoli e patate e una bella caciotta fatta in casa per rendere la festa speciale.
In verità anche oggi con tutto il terrorismo mediatico che stanno facendo la Vigilia di Natale me la vedo quasi quasi come quella dei miei, cavoli e patate e due bruschettine che tutto sommato non hanno proprio niente da invidiare a pesci veloci del Baltico o a caviale e champagne. 
Comunque non rattristiamoci ancor di più e pensiamo invece che se un'amica ti invita a pranzo e con lei il patto era "niente regali tra noi ma tante chiacchierate e qualche abbraccio in più" allora Chabba pensa che non è carino presentarsi a mani vuote così trasforma quel dolce classico che è il ciambellone in qualcosa di ancor più natalizio perfetto per l'occasione.






Ingredienti


  • 3 uova 
  • 500gr. di farina OO per dolci
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 50gr. di zucchero
  • 2 cucchiai di miele millefiori
  • 100gr. di liquore Strega
  • 80gr. di uvetta sultanina
  • 100gr. di canditi
  • 1 bicchiere di latte
  • 1/2 bicchiere di olio di oliva
  • 1 arancia ( solo scorza )
  • aroma di vaniglia
  • cannella
  • 1 cucchiaio di semi di anice



  • mandorle per guarnire
  • granella di zucchero per guarnire
  • confettini dorati e argentati per guarnire
  • ghiaccia reale facoltativa





Mettere a bagno l'uvetta con il liquore per 15 minuti  e poi infarinatela.
Sbattere le uova con miele e zucchero, aggiungere l'olio e il latte profumare con l'arancia, la cannella e i semi di anice. Versare metà della farina con il liquore poi tutto il resto e la rimanente farina.
Versare in uno stampo da ciambella imburrato e infarinato, guarnire con mandorle spezzate e granella di zucchero e cuocere a 180° per 45 minuti ma prima di sfornare fare sempre la prova stecchino che dovrà uscire asciutto.
Glassare con ghiaccia reale che io ho realizzato seguendo questa ricetta , ne avevo avanzata dalla decorazione di biscotti quindi vi consiglio di farne metà dose.

Partecipo al contest di Francesca del blog Panna Cioccolato e Fantasia