venerdì 2 dicembre 2016

PANETTONE CLASSICO CON LIEVITO DI BIRRA


fare il panettone

In un Sabato qualunque prima del lavoro decidi di fare il preimpasto per il panettone senza neanche lontanamente immaginare cosa sarebbe accaduto qualche ora più tardi.
Aggiungi ciò che serve, zucchero, uova e aromi vari poi accendi la tua Girmi "nientedeche", già perché io non ho nè una KA nè una KEN, e lei che fino a quel minchia di Sabato aveva sempre fatto benissimo il suo dannato lavoro, decide improvvisamente di abbandonarti.
Mi ha tradita e nel modo peggiore, non con una pane, una pizza o una brioche salvacena, no no no, stavolta ha deciso che per incordare un panettone avrei dovuto pensarci io.
Esticazzi!!
Incordare un panettone a mano è un'impresa titanica anche se ci si può riuscire ma con tanta fatica quindi ho rimesso su i pezzi della mia Girmi nientedeche e sono riuscita aiutata da mio marito a farlo arrivare a buon punto anche se non nel modo giusto.
Insomma ora ho mangiato il panettone ed è pure buono ma devo andare a cercarmi un'altra aiutante e stavolta dovrò affidarmi a qualcosa di molto più potente e soprattutto di più robusto.
Domani è un altro giorno si vedrà.


ricetta per fare il panettone

PANETTONE CLASSICO CON LIEVITO DI BIRRA


come si fa il panettone



ricetta del panettone


Dal libro "Guida pratica ai lievitati"


Ingredienti

Preimpasto


  • 100 g di Manitoba
  • 170 g di latte a temperatura ambiente
  • 8 g di lievito di birra fresco



In una ciotola sciogliere il lievito con il latte a temperatura ambiente e aggiungete la farina.
Lasciate lievitare fino a che sarà bello gonfio.

Impasto


  • 250 g di Manitoba
  • 15 g di scorza di arancia
  • 100 g di uova pesate senza guscio
  • 50 g di zucchero semolato
  • un cucchiaino colmo di aroma panettone o di rum ( per quello all'arancia sostituite con GrandMariner o aroma di Arancia )
  • 10 g di sale
  • 100 g di burro morbido


Inoltre


  • per il panettone classico  40 g di cedro candito a pezzetti 40 g di arancia candita a pezzetti 40 g di uvetta sultanina



  • per il panettone al cioccolato 150 g di gocce di cioccolato fondente più altro cioccolato per la copertura



  • per il panettone all'arancia e mandarino 80 g di arancia candita a cubetti e 80 g di mandarino candito a cubetti



Nella planetaria versare il preimpasto, unire metà delle uova e la farina poi lo zucchero.
Impastare e quando tutto sarà ben amalgamato unire le uova rimanenti con la buccia di arancia e l'aroma panettone con il sale.
Far girare la planetaria fino ad incordare per bene l'impasto, ci vorrà un po' di tempo, per accelerare potete riporre la ciotola coperta in frigo per una mezz'ora e poi riprendere ad impastare.
Quando tutto sarà ben incordato ( l'impasto dovrà staccarsi dalle pareti della ciotola ) unite il burro morbido e continuate a impastare fino a che tutto sarà liscio.
Ponete in una ciotola l'impasto e copritelo lasciando lievitare fino al raddoppio in luogo tiepido.
Riprendete l'impasto e unite i canditi o le scorze di agrumi a tocchetti o le gocce di cioccolato,potete farlo a mano o con la planetaria, io preferisco con la planetaria.
Pirlate sulla tavola fino a che avrete una bella palla che porrete nello stampo da 1 kg, ( o in due stampi da mezzo kg)  lasciando lievitare nel forno spento fino a che l'impasto sarà arrivato vicinissimo al bordo.
Tirate fuori dal forno e lasciate a temperatura ambiente per una mezz'ora per fare la pellicina.
Con una lametta fare un taglio a croce e poi procedere alla scarpatura o lasciare così se dovete glassare.
Infornate a 170° per circa 40 minuti e controllate la cottura con lo stecchino o con il termometro apposito.
Quando avete sfornato infilate nel panettone due ferri da maglia o gli appositi ferri da pasticceria e ponete il dolce a testa in giù fino al giorno dopo.
Procedere alla glassatura o lasciate cosi' al naturale.


ID CARD

ID CARD
BY ALE ESSENZA DI CANNELLA

Seguimi tramite e-mail