martedì 27 maggio 2014

TAGLIATELLE ALLO ZAFFERANO CON LE FAVE


TAGLIATELLE ALLO ZAFFERANO CON LE FAVE


IMG_9962
PIATTO POLOPLAST



Primavera tempo di fave e piselli ma anche di parecchie uova della nostre belle galline, se poi ci metti che ricevi un gioiello come lo zafferano d'Abruzzo beh allora proprio non puoi tirarti indietro.
Piatto ricco, unico e anche buono, arricchito di un buon pecorino e abbinato ad un buon vinello direi che può essere un bel carica batteria.
Vado di fretta come sempre ma voglio lasciarvi una canzone, ascoltatela in cuffia mi raccomando ...

Hasta la vista !

Costruire per distruggere
Alle sette e meno dieci arriverà per un'auto cosi grossa il varco e qua
le sirene già mi laceran le idee e la puzza di benzina mette sete 
Nei corridoi i nervi e i servi tesi eppure l'han provata per dei mesi 
vergini ballano perchè ora manca poco e io ripenso ancora a come fare fuoco 
sarà bellissimo fare parte della gente senza appartenere a niente mai 
no no no non noi 
siamo fermi qui a guardare verso il niente siamo pubblico che spia un incidente 
perchè il mondo a cui appartengo è già invecchiato 

e mi accarezza anche il ricordo di un nemico 
che bacerà la mano che lo abbatterà liberandolo dal quel che è diventato 
un pupazzo nelle mani di un amore mai provato per la gente che ti adora 

per la causa che non hai mai sostenuto 
sarà bellissimo fare parte della gente senza 
appartenere a niente mai 
no no no non io
no no no neanche a Dio

La folla ormai è davvero inferocita quegli stessi che giurarono nascondono le dita 
ficcandole nel culo della vita e sputare tutti addosso al loro mito 
che è la causa della loro schiavitù dall'amore che provavano per lui
Che è il perchè del loro cuore non pulito il loro incubo 
abortito la carne che va macellata qualcosa poi dovrà accadere 
cadremo tutti e poi sarà il piacere 
cadremo tutti e poi festeggeremo 
la liberazione dal nostro dovere 
costruire per distruggere 
una lunghissima rincorsa e finalmente poi 
e finalmente poi poter morire  -  Afterhours


Tagliatelle zafferano e fave


Per le tagliatelle

Mettete in poca acqua calda una decina di pistilli di zafferano e lasciate per alcune ore.

Sulla tavola impastate


  • 3 uova medie
  • 300-320 g. di farina O per pasta
  • l'acqua allo zafferano



Impastate bene come le vecchie vergare fino ad avere una palla bella liscia e compatta.
Lasciatela riposare anche tutta la notte.

Con il matterello tirate una sfoglia non troppo sottile, spolveratela di semola rimacinata e lasciatela asciugare un po' girandola spesso.
Arrotolatela su se stessa e con il coltello tagliate la pasta, mezzo cm circa, le mie erano tutte diverse :D




Tagliatelle zafferano e fave

Per il sugo


  • 150 g. di fave sbucciate
  • 100 g. di piselli
  • 1 salsiccia
  • uno scalogno
  • vino rosso
  • 250 g. di pelati
  • sale qb
  • olio di oliva qb



In una padella mettete due giri di olio di oliva, dello scalogno tritato ( che fa tanto figo ) e una manciata di erbe aromatiche sminuzzate, aggiungete una salsiccia morbida e schiacciatela bene, unite mezzo bicchiere di vino rosso e lasciate sfumare poi unite le fave sbucciate e i piselli, fate insaporire un attimo.
Unite circa 250 g. di pomodori pelati passati, lasciate cuocere per una quindicina di minuti lasciando un sugo morbido e se necessario aggiungete un po' di acqua di cottura perché la tagliatella ne assorbe parecchia.
Regolate di sale.
Cuocete la pasta e scolatela al dente, condite con il sugo alle fave e accompagnate con un buon pecorino stagionato.


Tagliatelle zafferano e fave

ID CARD

ID CARD
BY ALE ESSENZA DI CANNELLA

Seguimi tramite e-mail