lunedì 30 settembre 2013

LA PIZZA DOLCE AL MISTRA' DI ANICE STELLATO

la pizza dolce al mistrà


pizza al Varnelli

C'era una volta un bel gruppo di amici, ogni Domenica arrivavano in pizzeria e alla fine della cena non sapevano proprio rinunciare alla pizza dolce, quella che profuma di mistrà consumata caldissima.

Il segreto per farla profumata il più possibile è spruzzarla di liquore appena uscita dal forno, quando è ancora bollente, sentirete sfrigolare e allora è fatta.

A noi piace tanto e poi ci ricorda un sacco di belle serate tra barzellette e racconti di vita.





Ingredienti




  • Pasta per pizza
  • Mistrà ( io ho usato quello casalingo all'anice stellato ) o altro liquore all'anice ma con il Varnelli è il top
  • Zucchero semolato qb




Per la pizza la ricetta è questa, impastata un giorno prima e messa in frigo.

La quantità di pasta per questa pizza dolce è di 320-350 g., stesa rigorosamente a mano con i soli polpastrelli per evitare che diventi troppo sottile e poi si secchi.

Una volta stesa la pizza cospargere di zucchero semolato, circa 4 cucchiai, tutta la superficie e infornare. Io l'ho cucinata nel fornetto Ferrari ma se volete farla nel forno elettrico basterà stenderla su una teglia rotonda per pizza ben oliata e lasciarla lievitare ancora una volta stesa per almeno mezz'ora o quarantacinque minuti.

Appena sfornata dovrà essere cosparsa di mistrà ( liquore all'anice ) o ancora meglio di un liquore meraviglioso che è FANTASIA DI VARNELLI. Per la quantità regolatevi, io prendo la bottiglia e pian piano la bagno tutta.





ID CARD

ID CARD
BY ALE ESSENZA DI CANNELLA

Seguimi tramite e-mail