mercoledì 9 febbraio 2011

DUE FETTE DI PANE CON IL MIO NUOVO LIEVITO MADRE - QUALE MIGLIOR MODO PER LIBERARCI DEL MAIALE ?





  
Arrivo tardi ma arrivo, ci tenevo a partecipare a questo contest di  Norma  anche se solo con pane e salame perchè è proprio ora di svegliarsi ragazze, signore e signori. E' arrivata l'ora di pensare a una bella pulizia come quella di Pasqua, basta sentirsi derise e usate da vecchi sporcaccioni che ancora pensano di poter fare con i loro luridi soldi quello che più gli piace. Certo non sarà un nutrito gruppo di foodblogger a cambiare le sorti del nostro "BEL PAESE" ma tentar non nuoce e alla fine potremmo dire di averci provato almeno ad aprire gli occhi a chi ancora crede nelle favole. Mi fermo qui con le considerazioni perchè ormai tutti sanno come stanno le cose ma mi rode da matti il fatto che ci sia ancora qualcuno che trova delle giustificazioni, bah!!


  
Non ho avuto tempo di spadellare un maialino ma ho fatto il pane con un lievito madre veramente arzillo che mi ha regalato delle pagnotte straordinarie e così cosa c'è di meglio di due fettazze di salame per liberarci del nostro maialone nazionale ??
Guardate gli occhi del mio maialino, anche lui sa di essere arrivato al capolinea, e speriamoooooooo!!!!!


Per il pane ho usato un lievito madre che ha più o meno una ventina di giorni e che ho fatto seguendo le indicazioni del sito Viva la focaccia, come sapete ho fatto molti esperimenti con il LM e devo dire che questo è quello più attivo e che mi ha dato i risultati migliori.

Ho usato:
  • 300gr. di lievito madre rinfrescato la sera prima
  • 380gr. di acqua tiepida
  • 2 cucchiai di olio di oliva ( facoltativo )
  • 1 cucchiaino di miele
  • 700-730 gr. di farina OO ( ho usato la Pulcinella della Spadoni )
  • sale 1-2 cucchiaini secondo il gusto
Sciogliete il LM nell'acqua, aggiunte l'olio e il miele e poi piano piano la farina, per ultimo naturalmente il sale. Questa volta ho voluto impastare a mano e devo dire che è stata una bella fatica ma visti i risultati ne è valsa la pena, considerate che bisogna impastare almeno 10-15 minuti. Lasciate lievitare in forno chiuso per circa 3 ore e comunque fino a che l'impasto è gonfio ( non fate passare più tempo pero' altrimenti il pane può risultare di sapore acidulo ) poi formate le due pagnotte e lasciate ancora lievitare per 3-4 ore, questo dipenderà dalla temperatura dell'ambiente. Mi raccomando quando formate le pagnotte non lavorate molto l'impasto solo il tempo di fare i filoni.
Cuocete il pane a 240° per 15 minuti e poi abbassate a 190°-200° fino a cottura, circa un'ora.

ID CARD

ID CARD
BY ALE ESSENZA DI CANNELLA

Seguimi tramite e-mail