mercoledì 26 maggio 2010

Per la serie " Più rincon di così si muore " ecco la pizza rigenerata, per non buttare tutto



Ora qualcuno dirà che l'età avanza e la memoria traballa ( si dai che ho sentito ) ma vi giuro ero convinta di averle tolte da lì dentro infatti avevo acceso sul 3 il fornetto Ferrari mezz'ora prima di inizare a cuocere la pizza così sarebbe stato super pronto infatti lui era super pronto ma a carbonizzare le palettine che servono appunto per poggiare la pizza sulla pietra e ha svolto il suo lavoro alla perfezione tant'è che la mia casa ancora puzza un po' di bruciato. Comunque le ha cotte bene da tutte e due le parti quindi anche questo compito lo ha svolto nel migliore dei modi!!! Erano nerissime.
E ora?? Che faccio?? Panico??? NERVIIIIIIIIIII!!!!

Mi sono armata di coraggio e ho "rigenerato" le 6 palline che dovevano essere la nostra cena e sono corsa a comprare del melone da mangiare con il prosciutto!! Sigh!
Rigenerare significa rifare la pallina e quindi riattivare il glutine, non è una cosa che amo fare perchè si ha sempre un prodotto tenace ma non potevo certo utilizzare il secchio della spazzatura e così ho provato. Appena rifatte le porzioni ho rimesso tutto in frigo e lasciato lì fino al giorno dopo, alle 11 ho tirato fuori dal frigo il tutto e dopo due ore ho steso nelle teglie. Le ho lasciate così fino alle 18 quando le ho condite e infornate, certo sono rimaste leggermente anemiche perchè il lievito ha fatto indigestione di zuccheri e sono loro che danno il colore ma erano leggerissime.




Sulle foto NO COMMENT su 10 scattate in tutte le postazioni possibili queste due erano le migliori, ma questa è un'altra storia.

ID CARD

ID CARD
BY ALE ESSENZA DI CANNELLA

Seguimi tramite e-mail