martedì 13 aprile 2010

Una crostata veloce con la marmellata di caki della mia Sandrina del cuore

Torno tra voi in punta di piedi e mi scuso con tutti per la mia "semi-sparizione" ma devo riprendermi, sono stata così bene in vacanza che tornare a dovermi accontentare di sms e telefonate è stata dura.
E' vero che non sono stata con le mani in mano anzi ho provveduto a farmi scorte di tortelli emiliani con patate e caramelle con le erbette.
Poi per smaltire tutto quel ben di Dio che avete visto ho dovuto pedalare e camminare di brutto, ma credo di avercela fatta visto che i jeans non tirano più.
E la mia chitarrina dove la mettiamo, ho ripassato le ultime lezioni perchè il concertone di fine anno questa volta lo fanno fare a noi .... si si proprio a noi ma ora vediamo chi indovina "noi chi", si vince un biglietto in prima fila ad ascoltare le matte di turno!!! hi!!hi!!hi!!! Uno spettacolo da non perdere!!!

Ora passiamo alla crostata, è veloce perchè non la metto in frigo a riposare ma la metto subito in forno e uso la farina autolievitante, me l'ha insegnata una cuoca perfetta di quelle che dovrebbero aprire un blog ma che hanno a malapena il tempo per dormire e così l'idea della crostata veloce, perchè quando si torna a casa alle otto di sera e si deve preparare per sei persone cena, pranzo del giorno dopo e tutto il resto dei mestieri di casa qualcosa devi pure "inventarti".

La marmellata di caki è quella di Milù, la mia Sandrina del cuore appunto, me l'ha regalata quando ci siamo incontrate a casa mia e se non ricordo male è uscita dalle mani d'oro della sua mamma.
Sandri' te la dedico questa dolcezza che sa di mistrà e di buono e che, strano ma vero, è stata apprezzata pure da Clelia, hai presente quella morettina che a volte è una gran rompina, bene si anche a lei la marmellata di caki è piaciuta!!!



Abbiamo facce che non conosciamo
ce le mettete voi in faccia pian piano.
E abbiamo fame di quella fame
che il vostro urlo ci regalerà.
E abbiamo l'aria di chi vive a caso
l'aria di quelli che paghi a peso.
E abbiamo scuse che, anche se buone,
non c'è nessuno che le ascolterà.
E poi abbiamo già chi ci porta
fino alla prossima città.
Ci mettete davanti a un altro microfono
che qualche cosa succederà.

Siam quelli là siam quelli là siam quelli là.....
( Liga - Tra palco e realtà )
Attori protagonisti:

300gr. di farina autolievitante
100gr. di burro freddo
100gr. di zucchero
scorza di limonte grattugiata
3 cucchiai di mistrà
1 uovo

teglia rotonda da 26cm di diametro
marmellata di caki o a piacere

Sulla spianatoia ho messo la farina e il burro, ho ridotto tutto in grumi e poi ho aggiunto lo zucchero, il limone e l'uovo, ho iniziato a impastare e per ultimo ho messo il mistrà. Ho steso un disco lasciandomi un po' di pasta per le strisce, l'ho messo in teglia, spalmato di marmellata, (un barattolo intero) poi ho infornato a 180° per circa 35-40 minuti.

ID CARD

ID CARD
BY ALE ESSENZA DI CANNELLA

Seguimi tramite e-mail