martedì 5 gennaio 2010

I VINCISGRASSI


Queste lasagne, monumento della cucina marchigiana, si differenziano dalle altre per l'utilizzo nel sugo di condimento delle rigaglie di pollo che danno quel tocco speciale.

E' un piatto tipicamente maceratese, e sulla storia del nome ci sono varie teorie ma niente di certo.

Nelle Marche si mangiano nei periodi festivi e in particolare da noi i Vincisgrassi vengono consumati il Martedi' grasso in occasione del Carnevale quale piatto sostanzioso prima della quaresima.




Io non ho una ricetta precisa da postare perchè ormai è un piatto che conosco a memoria e vado come si dice " a naso ", quindi vi dico come ho fatto l'ultima volta. Piu' o meno pero'!!!!!
Per la pasta naturalmente si possono usare le sfoglie all'uovo pronte o farle in casa ( molto meglio ) con 100gr. di farina di semola di grano per ogni uovo.



Per il sugo ho usato circa 250gr. di macinata mista e 200gr. di rigaglie di pollo con 200gr. di fegatini di pollo, una fetta di pancetta grassa o meglio ancora del buon lardo di maiale, olio, carota, sedano e cipolla tritati finemente, salsa di pomodoro e un po' di brodo, chiodo di garofano.



Procedimento:
mettere in una casseruola l'olio con il trito di verdure, la pancetta o lardo a dadini facendo rosolare, aggiungere le rigaglie e la carne macinata, il chiodo di garofano poi la salsa di pomodoro e il brodo per allungare. Cuocere per 2 ore a fiamma bassa e mezz'ora prima della fine cottura aggiungete i fegatini di pollo a pezzetti. Regolare di sale e spegnere il fuoco.
Si dovrebbero mettere anche funghi secchi ma io non li metto mai.


Preparare una besciamella e poi condire come le altre lasagne aggiungendo anche del parmigiano, nell'ultimo strato non mettere besciamella ma solo sugo in modo che si formi quella bella crosta scura.
Cuocere in forno caldo a 200°

Partecipo al contest di Laura in cucina 




ID CARD

ID CARD
BY ALE ESSENZA DI CANNELLA

Seguimi tramite e-mail